• Aperitivo “No al carbone!”

    In occasione della mobilitazione nazionale contro il carbone, e delle iniziative a favore del protocollo di Kyoto, Legambiente organizza a Ferrara, l’Aperitivo “NO al Carbone”! : un momento di confronto sui motivi dell’opposizione alla strategia energetica basata su fonti fossili.

    Appuntamento sabato 18 febbraio, alle ore 17:30, presso il Bar Tiffany (Piazza del Municipio 24, Ferrara)  per  opporsi alla riconversione a carbone della centrale elettrica di Porto Tolle e per la difesa del territorio del Delta  Un momento per confrontarsi con le istituzioni e l’associazione sull’opposizione alla strategia energetica basata su fonti fossili. In quest’ottica è indispensabile fermare il progetto di riconversione a carbone della centrale di Porto Tolle, situata all’interno del Parco del Delta, puntando sulla produzione di energia elettrica da fonti pulite e rinnovabili. Dopo la vittoria contro il nucleare, riteniamo che sia fondamentale proseguire la lotta contro la produzione di energia da fonti fossili, e soprattutto dalla più inquinante di queste, il carbone.

    Ne vogliamo parlare a Ferrara assieme a cittadini, amministrazioni ed esperti del settore. Oltre al presidente del Circolo di Ferrara Claudio De Rossi, saranno presenti:

    Lorenzo Frattini, Presidente Legambiente Emilia-Romagna,

    Marco Monari, Presidente del gruppo PD Emilia-Romagna, firmatario della risoluzione dell’assemblea Regionale che dice no alla riconversione a carbone della centrale di Porto Tolle.

    Mario Rocca , Fisico, esperto di tematiche ambientali, fonti di energia rinnovabili ed economia dello sviluppo energetico del nostro territorio.

    Sono stati invitati gli amministratori dei Comuni di Mesola e Codigoro, il sindaco di Ferrara, l’Assessore all’ambiente di Ferrara Zadro e l’assessore all’ambiente della Provincia di Ferrara Bellini.

    L’aperitivo è offerto dall’organizzazione. Durante l’evento sarà possibile associarsi al circolo “Raggio Verde – Legambiente Ferrara”  per l’anno 2012, per essere informati sulle iniziative e supportare le attività di Legambiente nel nostro territorio.

    OkNotizie

Articoli Relativi

  • No allo “sblocca inceneritori”, domani presidio degli ambientalisti

    L'articolo 35 dello "Sblocca Italia" consentirebbe l'incenerimento "attività di recupero", anziché di smaltimento. La conseguenza sarebbe la realizzazione di nuovi inceneritori non previsti dai Piani regionali. Rete Rifiuti Zero, Legambiente e Wwf domani mattina protestano sotto la sede della Regione Emilia Romagna

  • Legambiente assegna a Renzi la bandiera nera per la deriva petrolifera

    Grazie alle politiche energetiche portate avanti dal Governo a vantaggio delle compagnie petrolifere, Matteo Renzi ha conquistato il poco ambito premio che Legambiente assegna ai nuovi pirati del mare. Via libera alle trivellazioni e all'utilizzo dell'Airgun. "Scelte scellerate", secondo l'associazione ambientalista, con cui "si stanno ipotecando circa 130mila kmq di aree marine"

  • I numeri dell’Ecomafia: ogni 24 ore 80 ecoreati

    Pubblicato il rapporto Ecomafia di Legambiente. La Lombardia è prima per corruzione e crescono gli illeciti nel campo dell'agroalimentare. Nel 2014 sono stati 29.293 i reati accertati, per un fatturato criminale aumentato di 7 miliardi

Lascia un commento